MEDIO ORIENTE

Abu Dhabi: qualche ora di stopover negli Emirati Arabi

moschea_sheikh_zayed.jpg

Il vostro volo intercontinentale prevede uno scalo negli Emirati Arabi e precisamente ad Abu Dhabi?
Nessun timore o paura di annoiarsi perché bisogna sempre imparare a prendere al volo certe occasioni!
Se le ore a vostra disposizione sono sufficienti, sfruttate questo tempo per visitare la città, anziché girovagare per l’aeroporto da un negozio all’altro.
Questa metropoli vi stupirà e anche lo scalo si trasformerà in una parte di viaggio.
La Moschea Sheikh Zayed

8 Ore ad Abu Dhabi: 4 cose da non perdere

Dal momento che durante il mio lungo viaggio in Indonesia la compagnia aerea ha previsto uno scalo di parecchie ore negli Emirati Arabi e la mia curiosità di fronte ad una nuova città ha superato di gran lunga la stanchezza, ho deciso di visitare Abu Dhabi.
Per uscire dall’aeroporto e trascorrere qualche ora in città non c’è bisogno di alcun visto: si passano i controlli, viene apposto un timbro sul passaporto e in pochi minuti si è fuori.
Vi consiglio poi di noleggiare un taxi per le ore che avrete a disposizione, in questo modo non perderete tempo a cercarne uno ogni volta!
Sappiate che potrete pagarlo sia in moneta locale che in euro, io ho preferito non cambiare e usare la nostra valuta per evitare trafile inutili.
Se anche voi avete in mente di trascorrere qualche ora ad Abu Dhabi ecco cosa vedere e fare!

La Moschea Sheikh Zayed

Mi sono recata qui immediatamente perché era tardi e non volevo rischiare di trovarla chiusa; come tutte le moschea anche quella di Sheikh Zayed  ha degli orari precisi di apertura e chiusura e per chi lo desidera vengono organizzate anche visite guidate.
All’ingresso chiedono i documenti e alle donne fanno indossare una lunga tunica nera.
Io sono entrata e ho girovagato per conto mio, in totale silenzio, respirando questa magica atmosfera: la struttura religiosa è maestosa, di marmo bianco italiano inciso a pietre e madreperla e può accogliere 35mila fedeli.
Qui gli uomini nel loro khandura bianco e le donne nel loro abaya nero possono pregare in una sala ornata di puntali d’oro 24 carati, seduti su quello è considerato il più grande tappeto del mondo.
Vi consiglio di visitare la moschea quando il sole sta calando: l’atmosfera è magica ed eviterete il caldo torrido delle ore centrali.
moschea di Abu Dhabi di sera

Emirates Palace

Un’altra cosa da vedere se avrete qualche ora da trascorrere ad Abu Dhabi è questa struttura: palazzo di rappresentanza, centro congressi e hotel a 7 stelle.
Sembra di essere in una Versailles araba fatta di cupole e giardini reali.
È possibile entrare senza dover per forza prenotare le costosissime camere e senza pagare un biglietto!
Nella parte esterna potete ammirare la bellissima scalinata, i giardini e le 12 fontane; internamente si può visitare l’ingresso dove oro, Swarovski e marmi imperano facendo brillare questa hall.
Al primo piano, invece, ci sono le vetrine della Barakat Gallery e una mostra permanente. Infine, potrete mangiare in uno dei numerosi ristoranti: ce ne sono vari e di tutte le tipologie ma ovviamente preparatevi a pagare un conto un po’ salato!
Il Palazzo degli emirati ad Abu Dhabi

Le Corniche

Altra cosa da fare ad Abu Dhabi, è una passeggiata alle Corniche, il lungomare curato, con aree ciclabili, caffè, ristoranti e una bellissima spiaggia attrezzata.

Observation Deck at 300

Se, infine, vi è rimasto ancora un po’ di tempo vi consiglio di salire al 74° piano della Torre 2 della Etihad Towers: da qui godrete di una magnifica vista sulla città e sulle isole vicine.
Il biglietto del costo di 15 € include un buono da 10 € da consumare in stuzzichini, bevande o per assaggiare il favoloso High Tea.

E a questo punto che dirvi… avere uno stopover ad Abu Dhabi è proprio un’occasione da non perdere!
panorama di Abu Dhabi

partoforsetorno
Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.