ITALIA

36 Ore a Ferrara: un giro per la capitale del Rinascimento

Campanile__fiancata_cattedrale_Ferrara.jpg

Una città a misura d’uomo, da girare tranquillamente a piedi o in bicicletta, ricca di piazze, bellissimi palazzi ed un castello imponente simbolo dell’epoca estense.
Sto parlando di Ferrara, definita da molti capitale del Rinascimento, dove le architetture di quest’epoca si incrociano perfettamente con quelle medievali.
Per me è stata una piacevole scoperta e durante il mio soggiorno durato poco più di 24 ore ho potuto assaporare storia, cultura e gastronomia raffinata.
Se anche voi state pensando di trascorrere una giornata in questa cittadina emiliana, ecco alcune indicazioni utili!
biciclette nei vicoli di Ferrara

A piedi o in bicicletta

Il centro storico si gira tranquillamente senza bisogno di prendere l’auto o i mezzi pubblici!
Perciò vi suggerisco di indossare un paio di scarpe comode che vi consentiranno di camminare sulle strade acciottolate di Ferrara.
In alternativa potete affittare una bicicletta con la quale vi sposterete più velocemente lungo le Mura della città e all’interno del centro storico.
Per me, però,  andare a piedi è sempre il miglior modo per scoprire ed ammirare in modo più approfondito un luogo.
Inoltre consente di scattare belle fotografie catturando angoli nascosti da prospettive differenti.
Le Mura ferraresi

Cosa non perdersi

La bellezza di Ferrara risiede anche nel fatto che tutto ciò che c’è da ammirare si trova all’interno del centro storico.
In maniera armoniosa si mescolano stili medievali e rinascimentali che hanno reso la città magica e a tratti misteriosa.
Ma cosa bisogna assolutamente vedere? Ecco le cose da non perdere!

Cattedrale di San Giorgio

La prima cosa che noterete entrando in città da Corso Porta Reno è l’immensa Cattedrale che i ferraresi chiamano Duomo.
Purtroppo, a causa di lavori di ristrutturazione, la sua bellissima facciata è ricoperta da un telo e si
può solo immaginare la magnificenza guardando la raffigurazione riprodotta.
Molto particolare la fiancata decorata sotto la quale corre la Loggia dei merciai occupata da negozi fin dal Medioevo.
Infine , prima di visitare l’interno, date uno sguardo al particolare, ma incompiuto, campanile di marmo bianco e rosa appartenente all’epoca rinascimentale.
Il Duomo di Ferrara

Palazzo Municipale

Dalla Cattedrale, passando sotto l’arco che si trova di fronte alla facciata del Duomo, vi troverete in una piccola piazza dominata da un imponente Scalone d’Onore.
Qui tra mura di mattoncini e pareti color ocra si trova il Palazzo Municipale, un tempo residenza degli Estensi ed oggi Comune di Ferrara.
Piazza del municipio di Ferrara

Castello Estense

Il vero e proprio simbolo di Ferrara è il Castello Estense con la Torre dei Leoni dalla quale si può ammirare la città dall’alto.
Interessante anche la visita delle prigioni, delle cucine ducali, delle corti e del profumatissimo giardino con la Loggia degli Aranci.
Per informazioni dettagliate vi suggerisco di collegarvi al sito ufficiale del Castello Estense.

Palazzo dei Diamanti

Dal Castello proseguite per Corso Ercole I d’Este, il viale dove si respira un’atmosfera particolare ed autentica perché non ci sono negozi o attività commerciali.
Camminando per questa strada vedrete susseguirsi diverse eleganti residenze ma sarete catturati in particolare da una: il Palazzo dei Diamanti.
Si tratta di uno degli edifici di epoca rinascimentale più famosi al mondo poiché la sua facciata è costruita con oltre 8500 blocchi di marmo a forma di diamante.
Al primo piano troverete la Pinacoteca mentre nelle sale a piano terra vengono spesso allestite mostre temporanee di maestri dell’Arte nazionale ed internazionale.
Per essere sempre aggiornati visitate il sito del Palazzo.
Facciata Palazzo dei Diamanti

Le Mura

Dal Palazzo dei Diamanti proseguite la visita di Ferrara arrivando alla fine di Corso Ercole I d’Este.
Vi troverete davanti la Porta degli Angeli e potrete ammirare le imponenti mura che per 9 km circondano una parte della città.
Se il tempo ve lo permette percorrete almeno un tratto (rigorosamente a piedi o in bici) per godervi il silenzio e passeggiare tra torrioni, baluardi, porte e passaggi immersi tra alberi e prati.
Mura di Ferrara

Zona ebraica

Forse non tutti sanno che Ferrara ha un’anima ebraica che nasce in Via Mazzini dove si trova la Sinagoga.
Proseguendo per i vicoli e le stradine si vedono le tipiche abitazioni in mattoncini rossastri e si respira ancora un’atmosfera particolare.
Chi fosse interessato può approfondire storia e cultura dell’ebraismo visitando il Meis, Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah.
vicoli Ferrara

Via delle Volte

Quando arriva il crepuscolo e la città si accende artificialmente vi suggerisco di camminare per Via delle Volte.
Questa strada di origini medievali è davvero suggestiva in ogni momento del giorno, ma quando le lanterne diffondono la tipica luce giallo-arancione e le varie osterie si riempiono di gente tutto ha un sapore di mistero.
Scorci magici di Ferrara

Specialità gastronomiche ferraresi

Visitare Ferrara significa anche gustare la sua cucina tipica ricca di piatti gustosissimi!
Tra le specialità i cappellacci di zucca, il flan di zucca con spinaci e fonduta di formaggio, il pasticcio ferrarese e la salama da sugo, un salume arricchito di spezie e vino.
I golosi non possono perdersi la tenerina al cioccolato e il Panpepato arricchito con canditi, mandorle e ricoperto di cioccolato fondente!
pasta fresca Ferrarese
tortino di zucca

Qualche indirizzo utile

Se state pensando di trascorrere uno o più giorni nella bellissima cittadina emiliana vi consiglio di dormire in una struttura centrale.
Io sono stata all’hotel Torre della Vittoria con camere deliziose ma soprattutto una terrazza e una sala colazioni vista Castello Estense e Piazza della Cattedrale.



Booking.com


Per un  aperitivo prima di cena vi suggerisco l’Enoteca- Osteria più antica di Ferrara: Al Brindisi, in Via Adelardi.
Per cenare, invece, due indirizzi degni di nota: Trattoria le Nuvole, che abbina  tradizione e novità, e l’Osteria degli Adelardi con un menù tipico ricco e vario.

Se ho stuzzicato la vostra fantasia con immagini e descrizioni non vi resta che organizzare una gita a Ferrara e se volete sbirciare altre foto non vi resta che visitare il mio profilo instagram!

 

 

 

 

partoforsetorno
Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.