EUROPA

Primavera sull’isola di Rodi: cosa fare e vedere

acropoli_lindos_rodi.jpg

Un luogo che in primavera fiorisce, dove il blu intenso del mare e del cielo fa da sfondo ai fiori gialli che crescono spontanei un po’ ovunque, dove le bouganville color magenta, al massimo del suo splendore ,si arrampica lungo i muri di calce bianca tipica delle case greche: sto parlando dell’isola di Rodi.
Ciò che più mi ha colpito di questo posto in questo periodo dell’anno sono state le lunghe giornate assolate e tiepide, il cielo senza nuvole, il profumo di fiori e l’assenza di turisti.
La stagione è adattissima per girare e  visitare, senza il caldo eccessivo dell’estate, paesi e siti storici ed allo stesso tempo le temperature consentono di stare tutto il giorno in maglietta di cotone godendo del sole e delle spiagge quasi deserte.
fioritura sull'isola di Rodi

Qualche consiglio

Potrete arrivare sull’isola di Rodi con comodi voli low cost che in circa 3 ore collegano i principali aeroporti italiani con Diagoras, lo scalo dell’isola.
Io ho volato con Ryan air, economica e con orari ottimi che mi hanno permesso di sfruttare al massimo i miei giorni di permanenza.
Per prima cosa, se avete intenzione di girare l’isola di Rodi, vi suggerisco di affittare una macchina che vi consentirà di essere liberi e potervi spostare senza dipendere dagli orari dei bus.
Quattro o cinque giorni sono sufficienti per poterla visitare senza fretta facendo anche qualche sosta in spiaggia per rilassarvi un po’.

case fiorite a Rodi
Vi consiglio, poi, di cercare un alloggio vicino a Lindos, sia perché il paesino è davvero bello e pieno di ristoranti per la sera (alcuni in questa stagione ancora chiusi) sia per la posizione strategica che vi consentirà di raggiungere molte altre località.
Infine se decidete di venire sull’isola di Rodi in primavera è sufficiente un bagaglio a mano: non scordatevi cose leggere per il giorno (costume compreso) e un maglioncino di lana ed una giacca, meglio se antivento, per la sera perché quando cala il sole le temperature si abbassano.

piccola baia sull'isola di Rodi

Cosa vedere

Quando vado in un posto di mare che lo consente mi piace scoprire sia l’interno che la costa e così ho fatto anche sull’isola di Rodi.
Ecco che cosa secondo me chi viene qui nei mesi primaverili deve assolutamente vedere!

acropoli di Lindos

Lindos

Uno dei villaggi più pittoreschi  è sicuramente questo: la sua acropoli è imponente ed è visibile anche a chilometri di distanza.
Si raggiunge a piedi percorrendo i vicoli stretti e tortuosi occupati da antiche case di un bianco accecante. Qui troverete anche numerosi caffè e ristoranti dove potervi sedere per sorseggiare un buon ouzo, il tipico liquore greco o mangiare i piatti tipici greci a prezzi economici.

moschea di Rodi

Rodi città

Non potete venire sull’isola e perdervi la città vecchia di Rodi racchiusa all’interno di una cinta muraria: qui troverete il Quartiere dei Cavalieri e la Hora che conserva tracce della dominazione ottomana; molto bella la moschea di Solimano con una cupola rosa.
Proseguendo nel cuore della città antica si trova anche il Quartiere ebraico, dove si respira pace e tranquillità.

L’entroterra e la parte ovest dell’isola di Rodi

Prendetevi una giornata, salite in macchina e dirigetevi verso la zona occidentale e nell’entroterra: non ve ne pentirete.
L’interno è caratterizzato da una vegetazione boschiva e la costa è piuttosto battuta dal vento tanto che troverete il mare agitato. Vi consiglio di andare a vedere le rovine di Kàmiros e il Castello di Monolitos ubicato in una posizione spettacolare dal quale potrete godere di una vista meravigliosa.

una bella taverna nelò centro di Lahania

Lahania

Se volete respirare ancora la vera Grecia, dirigetevi a sud di Lindos, cercate le indicazioni per Lahania e scendete verso il centro storico dove troverete casette bianche, piante di limoni e una piccola piazza piena di fiori.
Fermatevi per la pausa pranzo e sedetevi ad uno dei tavolini della Taverna Platanos.

punta meridionale dell'isola di Rodi

Il sud e i monasteri

Se non siete ancora stanchi riprendete la macchina e percorrete la strada che vi conduce a Capo Prasonisi, il punto più a sud dell’Isola di Rodi.
Si tratta di un promontorio unito alla terra ferma da una lingua di sabbia sulla quale si trova un faro: durante l’alta marea avviene il fenomeno che qui chiamano “incontro dei due mari” e vede il Mare Egeo unirsi con il mare di Levante.
Infine, se siete appassionati di Monasteri, vale la pena fare la lunga scalinata che porta al Moni Tsambikas, a nord est, meta di pellegrinaggio per le coppie sterili, desiderose di un bebè. Anche se questo non è il vostro scopo ricordate che da qui si gode di un bel panorama sull’omonima spiaggia.

Ed ora non vi resta che prenotare!

 

partoforsetorno
Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.