AFRICA

Kubu Island: distese di sale, baobab e rocce granitiche in Botswana

rocce_baobab_kubu_island.jpg

La prima tappa del mio raid africano tra Botswana, Zimbabwe e Zambia è stata proprio Kubu Island: un luogo magnifico e a tratti spettrale che proverò a descrivere nel migliore dei modi tramite parole e immagini.
Tuttavia, solo una volta qui, capirete davvero ciò che ho provato a raccontarvi perché questo posto va vissuto di persona!
Vi sembrerà di essere sbarcati sulla luna o di essere in un posto dimenticato da tutti, ma  è proprio il bello di questa zona sperduta del Botswana.
l'immensa distesa di sale in Botswana

Il Makgadikgadi Pan

Kubu Island è un’isola formata da rocce di granito; si trova nell’immensa distesa salina del Makgadikgadi Pans, un’area di 3900 km quadrati che occupa la parte nord est del Botswana.
Un tempo questa zona era ricoperta da un lago che oltre 10.000 anni fa si è essiccato lasciando spazio a grandi saline che vengono inondate durante la stagione delle piogge.
Per arrivare qui sono necessari dei veicoli 4×4 e bisogna essere attrezzati con tende, viveri e scorte di acqua.
Non troverete nulla, sarete solo voi, la natura e il silenzio; capirete così perché questo posto è considerato sacro dalle popolazioni locali.
il sole che se ne va tra i baobab a Kubu Island

Come arrivare a Kubu Island

Dopo aver trascorso una notte a Palapye, cittadina di frontiera tra il Sud Africa e il Botswana, ho raggiunto questo luogo seguendo le indicazioni sulla mappa.
Dopo un primo tratto di strada asfaltata, mi sono fermata in una comunità locale per comprare la legna da ardere la sera e da qui, con le quattro ruote motrici attivate, è iniziata una pista sterrata!
Per arrivare a Kubu Island si attraversa la seconda più grande distesa di sale (la prima è il Salar de Unyuni in Bolivia), il Makgadikgadi Pan.
All’inizio il paesaggio è formato da bassi arbusti color ocra, poi procedendo rami e foglie secche lasciano spazio ad un’immensa distesa bianca fatta di sale, che si alterna a prateria e savana.
strada sterrata per Kubu Island

Il colore chiaro della terra crea una netta riga di confine con l’azzurro intenso del cielo e non c’è nessuno: solo la mia auto seguita dalle altre due del mio gruppo!
Percorriamo chilometri cercando di seguire le tracce lasciate da qualcuno che è passato prima di noi, spingendoci fino all’estremità sud occidentale.
Qui si trova Kubu Island: un’isola rocciosa ricoperta di baobab.
Un luogo spettrale e magico allo stesso tempo, soprattutto quando inizia a calare il sole e tutto l’ambiente circostante assume sfumature e tonalità che vanno dal rosa al grigio scuro e il cielo improvvisamente si infiamma regalando un tramonto spettacolare.
Ma anche all’alba questo luogo è magico perché vedrete il sole che velocemente sale all’orizzonte, comparendo dalla distesa salina.
tramonto a Kubu Island il sole che nasce a Kubu Island

Dove campeggiare a Kubu Island

Se decidete di visitare Kubu Island dovete sapere che qui non ci sono lodge ma è possibile montare la propria tenda all’interno di una zona che vi verrà designata dai rangers.
Appena arrivate, cercate “l’ufficio visitatori”, una stanza in paglia e muratura indicata da alcuni cartelli; registratevi, pagate la quota e poi accomodatevi dove vi verrà indicato.
Ricordatevi, se accendete un fuoco la sera, di spegnerlo prima di andare a dormire e di non lasciare spazzatura in giro.
Il campeggio è libero, non ci sono servizi igienici, quindi farete tutto in natura, l’importante è bruciare i vostri bisogni e raccogliere fazzoletti e salviettine.
Non ci sono nemmeno le docce, ma fidatevi che una notte qui vale più di mille lodge o suite con acqua corrente!
dove dormire a Kubu Island

partoforsetorno
Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.