Zambia

AFRICA

Zambia Malawi e Mozambico: itinerario e suggerimenti

viaggio_zambia_malawi_e_mozambico.jpg

Il bisogno di respirare la polvere, di ammirare tramonti ed albe sorprendenti, di incrociare sguardi e sorrisi mi ha spinto ad intraprendere un viaggio intenso e al tempo stesso emozionante, tra Zambia Malawi e Mozambico.
Il mio Mal d’Africa mi ha portato ancora in questo continente; dopo Botswana, Zimbabwe, Tanzania, Kenia, Madagascar, Namibia ed alcuni Paesi del nord-africa, ho deciso di effettuare un nuovo itinerario variopinto ed avventuroso!
3 Settimane sulle strade dell’Africa a bordo di scuola bus, chapas, jeep, treni, barche e pick-up.
3 Paesi molto differenti tra loro che conquistano il cuore di chi decide di abbandonare comodità ed agi per andare alla scoperta di questi luoghi.

mappa Zambia, Malawi e Mozambico

Itinerario di viaggio

21 Giorni non sono pochi ma non sono nemmeno tantissimi se si vogliono visitare 3 Stati; ovviamente sarà impossibile riuscire a vedere tutto ed è necessario fare delle scelte.
Il mio itinerario in Zambia Malawi e Mozambico è stato studiato e pensato a lungo e posso dire che se lo seguirete riuscirete ad avere una buona visione di questi luoghi.
Fauna selvatica in Zambia, lago e montagne in Malawi ed infine isole e spiagge deserte in Mozambico.
Ho trascorso queste 3 settimane con 15 persone meravigliose, un gruppo formato da gente sconosciuta e da amici di vecchia data.
Tutte persone che hanno condiviso con me scomodità e disagi ma anche  una splendida avventura che rimarrà sempre nella mia mente e nel mio cuore.

suola bus africano

1° – 2° e 3° giorno: Lusaka (Zambia)

Con un lungo volo dall’Italia, durato circa 1 giorno e mezzo, abbiamo raggiunto Lusaka e dopo aver trascorso la notte in città, l’indomani abbiamo raggiunto il South Luangwa N.P a bordo di un piccolo scuola bus.
La strada per arrivare è parecchio accidentata e per fare 600 km si impiegano circa 13 ore.
Pertanto se arrivate a Lusaka di giorno vi consiglio di partire subito e spezzare il viaggio fermandovi nei dintorni del Luangwa Bridge.

giraffe durante un safari

4° e 5° giorno: Lusaka – South Luangwa N.P (Zambia)

La prima tappa del viaggio tra Zambia Malawi e Mozambico è stata dedicata ai safari!
Abbiamo dedicato due giorni completi alla visita del South Luangwa N.P, uno dei migliori parchi dello Zambia popolato da un’incredibile varietà di animali selvatici.
Vi consiglio di organizzare gamedrive diurni e notturni che vi consentiranno di godere appieno di questi luoghi.

donne sul lago MAlawi

6°e 7° giorno: South Luangwa N.P (Zambia)-Lilongwe- Cape Maclear (Malawi)

La sesta giornata è stata occupata da un lungo trasferimento.
Dopo aver attraversato la frontiera per entrare in Malawi e aver preso il visto si percorrono circa 500 km per raggiungere in 10 ore Cape Maclear.
Questa piccola località, dove sorge un villaggio, altro non è che una lunga distesa di sabbia finissima sulle sponde del Lago Malawi.
La mattina seguente ci siamo alzati all’alba per assistere ad uno spaccato di vita locale davvero suggestivo: donne e bambini intenti a lavare stoviglie e vestiti sulle rive del lago mentre i pescatori rientravano con le loro piccole imbarcazioni.
Poi abbiamo organizzato una gita in barca per visitare i dintorni, l’isola di Mumbo, fare un po’ di snorkeling e rilassarci.

colline tra Limbe e Mulanje

mercato in Malawi

trekking sul Mulanje

8° e 9° giorno: Cape Maclear- Mangochi- Belantyre- Mt Mulanje (Malawi)

Lasciato il lago e la sua calda atmosfera fatta di gente semplice e sorridente, sempre a bordo di un piccolo bus, siamo andati verso il sud del Paese.
Abbiamo visitato il mercato locale di Mangochi e  attraversato la bella e panoramica strada tra le verdi colline ondulate delle Shire Highlands tappezzate di piantagioni di tè.
Una volta arrivata alla riserva del Moulanje ci siamo sgranchiti le gambe con un trekking sulle pendici dell’omonimo monte e con una passeggiata per raggiungere il villaggio vicino.

rive del fiume Shire in Malawi

10° e 11° giorno:  Mt Mulanje – Liwonde N.P (Malawi)

80 km separano le montagne da questa savana arida popolata da elefanti, ippopotami e coccodrilli.
Una volta qui, oltre a prendere parte ad un safari boat lungo le sponde dello Shire River per avvistare i diversi animali, ci siamo goduti un po’ di relax nel bellissimo campsite prima di continuare il lungo viaggio.

bandiere Malawi e Mozambico

12° giorno: Liwonde N.P. – Chiponde (Malawi) – Mandimba – Cuamba (Monzambico)

Questa è stata una lunga giornata di trasferimenti; lasciato il bus a Chiponde, frontiera tra Malawi e Mozambico, dopo i soliti controlli abbiamo cercato un mezzo che ci portasse a Cuamba.
A bordo di un chapas sgangherato e distrutto, attraverso una strada polverosa e piena di avvallamenti in 3 ore siamo arrivati a destinazione per trascorrere esclusivamente la notte.

tratta treno da Cuamba a Nampula

13° giorno : Cuamba –Nampula-Ilha de Mozambique (Monzambico)

Definirei questa tappa un viaggio nel viaggio, come d’altronde ogni trasferimento di questo lungo itinerario tra Zambia Malawi e Mozambico.
Dopo una sveglia alle 3.30 del mattino per essere in stazione in anticipo e comprare i biglietti, siamo saliti sul treno che collega Cuamba a Nampula.
Il convoglio a vapore è partito alle 5.30 ed è arrivato a destinazione alle 19.30: 14 ore per percorrere 300 km circa!
Un’esperienza unica, durante il tragitto il treno si ferma spesso nei villaggi, la gente sale e scende, venditori ambulanti vendono generi di ogni tipo alle persone che si affacciano dal finestrino e si assiste ad uno spaccato di vita rurale di questo Paese.
Arrivati a Nampula il viaggio è proseguito a bordo di un bus che in 2 ore e mezza ci ha condotti a Ilha de Mozambique, isola collegata alla terra ferma da un ponte.

palazzi abbandonati in Mozambico

visi coperti di Musiro

14° e 15° giorno: Ilha de Mozambique (Mozambico)

Dopo lunghi spostamenti, strade impervie e mezzi di trasporto scomodi finalmente due giorni di relax da dedicare alla scoperta di questa meravigliosa isola.
Un luogo caratterizzato da edifici coloniali abbandonati e fatiscenti che però donano un fascino particolare a questa cittadina dall’atmosfera sonnecchiante.
Oltra a visitare angoli nascosti, fare amicizia con i numerosi bambini della comunità e mangiare pesce fresco in capanne sulla spiaggia, abbiamo fatto anche una bella escursione per avvistare le balene al largo dell’isola di Goa.

piccola isola di Ibo

isole delle Quirimbas

Dal 16° al 21° giorno: Ilha de Mozambique – Pemba- Arcipelago delle Quirimbas (Mozambico)

Gli ultimi giorni dell’intenso itinerario tra Zambia Malawi e Mozambico sono stati dedicati alla visita del meraviglioso arcipelago delle Quirimbas, formato da isole e isolette caratterizzate da spiagge bianche, distese di mangrovie e fitte foreste.
Siamo rimasti 3 notti sull’isola di Ibo e due a Matemo, ma ogni giorno abbiamo fatto escursioni e gite per scoprire questi meravigliosi luoghi sconosciuti, abitati da comunità locali e lontani dai classici circuiti turistici.

informazioni su Zambia, Malawi e Mozambico

Consigli utili per un viaggio tra Zambia Malawi e Mozambico

Fare un viaggio che attraversa 3 stati è piuttosto impegnativo sia da un punto di vista organizzativo che logistico.
Ecco alcune cose utili da sapere!

  • La stagione migliore per effettuare questo itinerario va da giugno ad ottobre.
    In questo periodo il clima è secco, le giornate sono limpide, non piove e le temperature vanno dai 10°gradi di minima ai 28° di massima.
  • Per quanto riguarda le vaccinazioni è obbligatoria la febbre gialla, a noi hanno chiesto il certificato in frontiera.
    Profilassi antimalarica, antitifica, anti epatite e antitetanica sono vivamente consigliate. Suggerisco sempre di fare una visita ai centri vaccini internazionali che si trovano nelle città o presso le Asl di riferimento.
    Particolare attenzione va fatta alla Schistosomiasi, una malattia causata da piccoli parassiti del sangue che può essere contratta bagnandosi con le acque del Malawi.
    Esiste una cura per evitare il proliferarsi di queste larve che consiste in pastiglie da acquistare direttamente nelle farmacie locali. La terapia va assunta 6 settimane dopo il contatto con l’acqua.
  • I visti di Zambia e Malawi si prendono in loco ed hanno un costo rispettivo di 50$ e 75$.
    Il visto del Mozambico costa 45 € ma la procedura per richiederlo è molto più complessa.
    Se si abita a Roma ci si può recare all’Ambasciata, altrimenti bisogna richiederlo ad una agenzia specializzata.
  • I 3 Paesi hanno valute diverse: in Zambia c’è lo Zambian Kwacha (ZMW), in Malawi c’è il Malawi kwacha (MK) e in Mozambico il Metical (Mtc). Consiglio di portare soprattutto $ che vengono cambiati facilmente e accettati un po’ ovunque.
    Per gli acquisti nei mercati è necessario avere sempre moneta locale con sè.
  • In Zambia, Malawi e Mozambico le carte di credito (quasi esclusivamente Visa) sono accettate nei lodge, nei camp più turistici e nei grandi supermercati, ma è sempre bene avere con sé contanti a sufficienza perché spesso i circuiti non funionano.
  • Nei primi due Paesi oltre ai dialetti locali si parla inglese; in Mozambico, invece, è diffuso solo il portoghese.
  • I telefoni cellulari italiani prendono praticamente ovunque anche se le tariffe sono piuttosto esorbitanti.
    Wi fi è presente solo nelle aree comuni di alcuni lodge e non sempre è funzionante.
    Consiglio a chi ha necessità di telefonare di acquistare Sim card locali da inserire nel proprio telefono e che hanno anche gb per connettersi.
    In Zambia il gestore è Zamtel, mentre in Malawi e Mozambico consiglio Movitel che ha segnale anche alle Quirimbas.

Spero l’articolo possa esservi utile, per qualunque consiglio, informazione e necessità potete scrivermi e sarò contenta di darvi indicazioni e suggerimenti.

 

 

 

 

AFRICA

Safari nel South Luangwa: il maestoso parco dello Zambia

leone_safari_south_luangwa_zambia.jpg

Immense savane polverose, centenari baobab e animali perfettamente immersi nel loro habitat che spesso si mimetizzano tra l’erba e i rami secchi.
Descrivere a parole ciò che si può vedere durante i safari nel South Luangwa National Park, in Zambia, non è semplice.
Qui non solo si possono ammirare vaste praterie e fitte foreste, ma è facile udire i versi di piccoli e grandi bestie, sentire l’odore di carcasse in putrefazione o di sangue ancora vivo ed assistere a scene di caccia o a momenti in cui gli animali riposano all’ombra degli alberi.
safari nella savana africana
pachiderma nella savana

Alla ricerca di felini e non solo

Se volete vedere parecchi animali senza scontrarvi con miriadi di altri turisti, come ormai purtroppo accade in Kenia o in Sud Africa, i safari nel South Luangwa in Zambia vi consentiranno di immergervi completamente nella natura africana.
Vi consiglio di prendere parte ai game drive organizzati da guide esperte che la mattina presto e nel tardo pomeriggio vi accompagneranno a bordo di jeep aperte (ideali se vorrete scattare fotografie) all’interno del parco.
felino durante il safari nel South Luangwa animali della savana

Non mi è stato difficile avvistare miriadi di impala, gazzelle e kudu che brucavano erba e arbusti in tutta tranquillità o correvano per la savana per scappare dai felini.
Nei pressi del fiume, poi,  ero circondata da tantissimi simpatici occhietti di coccodrilli e ippopotami che emergevano dall’acqua, mentre sulla riva ho potuto ammirare la maestosità degli elefanti, la dolcezza delle giraffe  e la perfezione delle zebre che andavano ad abbeverarsi.
Ma i momenti più emozionanti che ho vissuto sono stati quelli in cui i driver invitavano a restare immobili e in silenzio perché i felini erano a poca distanza: leoni e leonesse che riposavano o si rotolavano come “cagnoloni” che vogliono giocare e  leopardi che sonnecchiavano sui rami delle piante.
felini in Zambia felini in Zambia
leoni durante un safari nel South LuangwaAl calar del sole, poi, alcune scene degne dei migliori documentari; una famiglia di leoni che a qualche metro da me si stava cibando della carcassa di un elefante morto per anzianità e adagiato per terra.
Impossibile non rimanere impietrita di fronte ad un’immagine tanto “macabra” quanto naturale e all’odore intenso e nauseabondo del corpo in putrefazione.
Infine, nel buio intenso della savana, illuminati solo dai fari delle jeep e dalle migliaia di stelle in cielo, un leopardo con in bocca la sua preda; lo stesso impala che il giorno seguente ho rivisto scarnificato sull’albero con accanto il felino.
leopardo di notte leopardo a caccia

Organizzare un Safari nel South Luangwa

Il safari nel South Luangwa N.P è stata la prima tappa del mio viaggio Africa on the Road: 3 settimane tra Zambia, Malawi e Mozambico.
Il mio consiglio è di restare almeno tre notti e fare un paio di safari diurni e altrettanti notturni: in questo modo avrete il tempo necessario per godervi le bellezze di questi luoghi e vedere più animali possibile.
Se deciderete di visitare il Parco organizzatevi per tempo e cercate subito di capire che tipologia di spedizione intendete fare.
Il fai da te è possibile anche se costoso; mentre se volete risparmiare qualcosa, potete appoggiarvi a tour operator locali oppure ad agenzie italiane.
Ricordatevi che quasi tutta l’area è inaccessibile da novembre ad aprile a causa delle piogge, pertanto i mesi migliori sono quelli che coincidono con la nostra estate: da giugno a settembre.
Il South Luangwa si può raggiungere via terra da Lusaka (in Zambia) o da Lilongwe (in Malawi).
Nel primo caso ci vogliono circa 12 ore di auto o minibus e si attraversano strade per lo più sterrate e mal messe. Nel secondo caso occorrono circa 8 ore a cui bisogna aggiungere il tempo che si perde in frontiera; comunque anche facendo questo percorso la strada è sempre in pessime condizioni ( ma siamo in Africa ricordatelo)!
Ovviamente il mezzo più comodo, più veloce ma sicuramente più costoso è il volo: a soli 20 km dall’ingresso del parco c’è l’aeroporto di Mfuwe dove arrivano diversi aerei dalle principali città dello Zambia e del Malawi.
parco safari in Zambia alloggi in Zambia

Dove dormire

Tenda propria, tende fisse o lodge? Durante il safari nel South Luangwa N.P potrete scegliere una di queste sistemazioni e alloggiare in camp semplici ma perfettamente inseriti nel contesto oppure in magnifici bungalow dotati di ogni comfort.
Io ho scelto di montare il mio igloo al Wildlife Camp, una struttura spaziosa adiacente al fiume, dotata di aree per cucinare e mangiare e di bagni puliti con acqua calda.
campsite in Zambia
Inoltre c’è una piccola piscina, un bar ed una terrazza con zona relax da cui si possono ammirare splendidi tramonti.
Non sono un’amante del campeggio ma per me non c’è miglior modo di vivere l’Africa; è impagabile la sensazione che  si prova quando la sera, dopo aver spento la pila, nel silenzio della notte si iniziano a sentire i rumori della savana: gli ippopotami nel fiume a pochi metri, i passi di certi animali che gironzolano vicino alle tende, i versi delle iene a caccia.



Booking.com

Costi

I game drive, dopo i trasporti, sono la parte più cara di un viaggio in Africa.
Considerate che ogni singolo safari nel South Luangwa N.P in Zambia costa 50 $ a persona a cui va sempre aggiunto il ticket di ingresso al parco di 25$ giornalieri.
4 Escursioni da fare in un paio di giorni, due diurne e due nel tardo pomeriggio/sera, con i rispettivi ingressi alla fine costano a persona 250 $.
auto per safari
Diverso è il prezzo se avrete una vostra auto perché in  questo caso non pagherete le jeep e il driver, ma solo le entrate.
Tuttavia, avendo nel passato fatto altri safari in autonomia, come nel Chobe in Botswana, al Mana Pools in Zimbabwe o all’Etosha in Namibia,  vi posso assicurare che non è la stessa cosa.
La possibilità di avvistare i felini si riduce drasticamente poiché spesso sono le guide a conoscere i luoghi dove gli animali si nascondono.
Quindi il mio consiglio è di prendere parte almeno a qualche safari organizzato accompagnati da drivers esperti, a bordo di auto scoperte che rendono il contatto ancora più ravvicinato.

il leopardo e la sua preda
attraversamento facoceri ippopotami nel South Luangwa

 

 

AFRICA

Botswana, Zimbabwe e Zambia: 3969 km di emozioni

strade-africane-jeep.jpg

Ci sono i bei viaggi e poi ci sono i viaggi fantastici!
Il mio raid tra Botswana, Zimbabwe e Zambia è stato un susseguirsi continuo di emozioni e sensazioni intense che ho voglia di condividere con voi: le albe, i tramonti, le immense savane popolate da animali, la maestosità delle Cascate Vittoria, i sorrisi della gente, le strade piene di polvere che sanno di vita!
Premetto che l’Africa non mi delude mai, ogni volta che tocco terra in questo continente mi sembra di ritornare a casa!
Questo Paese è la mia terapia, è la cura che consiglio a chiunque abbia la necessità di staccare dai ritmi frenetici del mondo occidentale e abbia voglia di riprendere il contatto con se stesso.
L’Africa si può vivere in vari modi, ma io amo quello più autentico e vero: jeep 4×4, tenda e cassa viveri!

mappe e guide del Botswana, Zimbabwe e Zambia

Le tappe principali del viaggio

Il mio viaggio tra Botswana, Zimbabwe e Zambia è durato 15 giorni, un tempo sufficiente per avere un’idea di questi 3 Stati molto diversi tra loro, anche se la visita dello Zambia viene un po’ sacrificata.
Pertanto consiglio a chi deciderà di seguire un itinerario simile al mio di aggiungere almeno altri 3 giorni da sfruttare appieno in questo ultimo Paese.
Dopo il lungo volo che dall’Italia mi ha portato a Johannesburg, in Sud Africa, insieme ai miei compagni di viaggio ho preso possesso delle auto, caricato i bagagli e tutta l’attrezzatura necessaria per campeggiare, e sono partita immediatamente!
Cascate Vittoria alba a Kubu Island
Ecco le principali tappe suddivise per gli Stati del Botswana, dello Zimbabwe e dello Zambia

1 giorno: Johannesburg – Palapye (Botswana) -600 km-
Giornata di trasferimento per raggiungere il Botswana.
2°giorno: Palapye – Kubu Island – 300 Km-
Kubu Island è un’isola rocciosa che si trova nella vasta distesa delle Saline Makgadikgadi, uno dei posti più belli e magici del Botswana:qui troverete rocce di granito e baobab secolari. Si tratta di un luogo considerato sacro dalle popolazioni locali e che faticherete a lasciare!
3°giorno: Kubu Island – Maun -430 km –
Giornata per raggiungere Maun, località base per esplorare il Delta dell’Okavango e per effettuare un volo panoramico che vi farà apprezzare dall’alto questo ecosistema unico nel suo genere.
4°giorno: Maun
Escursione in mokoro sul Delta dell’Okawango tra animali e vegetazione.
5° giorno: Maun-Kasane -560 km-
Kasane è il punto di partenza per visitare il Chobe National Park, un parco dove si possono avvistare moltissime specie animali.
6°giorno: Kasane–Chobe Nationa Park- Kasane
Safari al Chobe sia in jeep che in barca: alba e tramonto sono i momenti migliori per avvistare gli animali.
posti di frontiera
7° giorno: Kasane- Victoria Falls (Zimbabwe) – 80 km –
Dopo lunghe ore di attesa alla frontiera per passare dal Botswana allo Zimbabwe si arriva alle bellissime Cascate Vittoria.
8°giorno: Victoria Falls-Binga -310 km –
Binga, sul Lago Kariba, rappresenta una tappa intermedia per raggiungere Mana Pools, ma questo posto tranquillo vi stupirà.
9°giorno: Binga- Karoi -440 km –
Altra giornata di lungo trasferimento: la strada però è un viaggio nel viaggio. Attraversiamo numerosi villaggi, incontriamo gente, e siamo gli unici turisti.
10°giorno: Karoi- Mana Pools – 150 km-
Raggiungiamo il Mana Pools National Park , un meraviglioso luogo che si trova sulle sponde dello Zambesi. Qui si possono fare sia game-drive a bordo delle jeep sia safari a piedi accompagnati e scortati dai ranger.
11°giorno: Mana Pools – Lower Zambesi (Zambia) -270 km-
Trasferimento in questo parco dello Zambia dopo aver attraversato una nuova frontiera e aver atteso parecchie ore ai controlli.
lungo la strada che porta in Zambia
12°giorno: Lower Zambesi
Giornata dedicata al safari-boat al Lower Zambesi.
13°giorno: Lower Zambesi- Livingstone -550 km-
Altro trasferimento per raggiungere questa città, ultima tappa del viaggio
14°giorno: Livingstone
Giornata tra i villaggi nei dintorni della città,shopping ai mercatini e adrenalina pura durante il rafting alle cascate Vittoria.
15°giorno: Livingstone- Johannesburg- Italia
visto Zimbabwe

Informazioni utili per organizzare questo viaggio

Se state pensando ad un viaggio tra Botswana, Zimbabwe e Zambia ecco alcune informazioni e suggerimenti che potranno esservi utili!

  • Se affitterete delle auto e deciderete di guidare voi, dovete essere in possesso della patente internazionale, che può essere fatta sia all’Aci che alla motorizzazione.
  • Il vostro passaporto dovrà avere validità residua di 6 mesi e 4 pagine vuote possibilmente adiacenti (almeno 2 consecutive).
    Per il Botswana non è necessario il visto, mentre per Zimbabwe e Zambia sì: si prendono in loco, pagando in dollari, quando arriverete in frontiera.
  • Io non ho fatto vaccini particolari, ma mi sono attenuta a norme e comportamenti per evitare problemi gastrointestinali e punture di zanzare. Per sicurezza però ognuno dovrebbe rivolgersi alla propria Asl o visitare il sito della Farnesina Viaggiare Sicuri.
  • Dal momento che si visitano 3 Paesi e ognuno ha una valuta differente, consiglio di portare dollari Usa (mi raccomando emessi dopo il 2009) che cambierete poi di volta in volta.

Non fatevi spaventare dai tanti km, dalle notti in tenda,e dalla fatica di smontare e montare la tenda ogni giorno. Quello che vivrete in questo viaggio tra Botswana, Zimbabwe e Zambia sarà qualcosa di unico che rimarrà nella vostra mente per sempre!
tramonto al Chobe National Park