EUROPA

Vacanze in Albania: Tirana e la costa da Valona a Dhermi

vacanze_Albania_banidiera.jpg

Un Paese che ha risentito dei numerosi anni di dittatura, ma che da qualche tempo si sta aprendo al turismo grazie al bel mare, ai servizi economici e alla vicinanza con l’Italia.
Se state pensando alle vostre vacanze in Albania ecco alcuni suggerimenti sulle località da visitare, sulle strutture dove dormire e i ristoranti tipici per mangiare.
Vi parlerò di Tirana e della costa che da Valona scende verso Dhermi, zone che ho potuto scoprire e conoscere di persona.
Una meta che mi ha piacevolmente stupito e che vi consiglio di scoprire!
venditori lungo al strada

mare albanese

Organizzare un viaggio in Albania

Se intendete trascorrere un breve week end o una vera e propria vacanza nella Terra delle Aquile (questo Paese è così chiamato tanto che sulla bandiera è raffigurata un’aquila nera a due teste su sfondo rosso) dovrete sapere alcune cose utili.
Ad oggi l’Albania non appartiene ancora alla comunità europea (pare però che presto farà il suo ingresso) ma per entrare è sufficiente la carta d’identità valida per l’espatrio.
La moneta ufficiale è il lec, anche se nei posti più turistici accettano volentieri gli euro; meno diffusa la carta di credito, quindi nel caso potrete prelevare ai vari sportelli bancomat direttamente la valuta locale.
Per arrivare in questo Paese ci sono vari modi; le navi collegano Brindisi a Valona e Saranda oppure Brindisi ed Ancona a Durazzo.
Se preferite l’aereo ci sono diverse compagnie low cost che partono dalle principali città italiane e arrivano nella capitale Tirana.
Io ho volato con Ernest Airlines, di medio livello, sebbene ormai le linee economiche si eguaglino più o meno tutte.

Per spostarvi in Albania, infine, vi consiglio di noleggiare un’auto, in aeroporto o nei porti di arrivo, fondamentale se vorrete visitare le diverse località e muovervi in totale libertà.
Un suggerimento, non essendo parte della comunità europea vi suggerisco di stipulare un’assicurazione di viaggio che copre le spese mediche sul posto ed eventualmente il rimpatrio.
Infine sappiate che alcune persone parlano l’italiano, poche l’inglese ma con gli anziani del posto è difficile comunicare.
dove dormire a Valona

Dove dormire e mangiare

Dal momento che per me si è trattata di una breve vacanza in Albania, ho deciso di alloggiare a pochi km dal centro di Valona, fuori dal caos turistico, su un promontorio molto panoramico.
La posizione però mi ha permesso di spostarmi e vedere diverse località.
Il  B&b, Vila Aqua Marina , semplice, pulite e confortevole è gestito da un ragazzo che per molti anni ha vissuto in Italia, parla perfettamente la nostra lingua e sa davvero rapportarsi con la clientela.
Sulla terrazza panoramica si possono ammirare splendidi tramonti, consumare abbondanti colazioni e a richiesta pranzare o cenare; ha anche una spiaggia privata, con lettini e gazebo bar.
tramonto albanese

Per quanto riguarda i posti dove mangiare mi sento di consigliarvi due locali, nelle vicinanze di Valona, molto tipici e per nulla turistici. Qui gusterete la vera e squisita cucina albanese, che per me è stata una scoperta!
Il primo ristorante si chiama Belvedere, si trova in località Panaja, a circa 20 km da Valona, in una traversa di Rruga Panaja Cerkovine, vicino Rruga Morava ( tel: 0692612783).
Il locale, molto alla buona, serve però pietanze ottime e genuine a base di carne e verdure; mi raccomando di far contattare il proprietario, almeno 3 ore prima, da qualcuno che parli la lingua perché non è possibile comunicare in altro modo. Vi garantisco che mangerete davvero bene e spenderete pochissimo, meno di 10 €!
L’altro locale Bar Restorant Arta Mario, si trova a Narte, 10 km da Valona (tel: 0695278536) vi servirà squisiti piatti di pesce freschissimo e numerose verdure cucinate in diversi modi. Anche qui considerate di spendere non più di 15 €.
piatti tipici albanesi

Cosa vedere

L’Albania grande come il Piemonte e la Valle d’Aosta insieme, confina con il Montenegro a Nord, il Kosovo e la Macedonia ad est e la Grecia a sud.
Decidere di fare una vacanza in questo Paese significa poter visitare cittadine e località sia al mare che in montagna, fare bagni in acque limpide, prendere il sole nelle belle spiagge lungo la costa e scoprire siti archeologici appartenenti alle civiltà classiche.
Ecco ciò che però ho visto personalmente nei miei 3 giorni qui!
uomo a Tirana

Tirana

Punto di arrivo e partenza del mio fine settimana, non potevo di certo perdermi un breve giro nella capitale albanese.
Questa città mi è apparsa un mix di altri posti visti nel mondo e si nota l’influenza che le diverse culture hanno avuto qui.
Se non avete molto tempo a disposizione vi consiglio di visitare il centro storico a piedi.
Camminate per l’immensa piazza Skanderberg, dove si trova la bella Moschea Et’hem Bey e la Torre dell’Orologio.
Sempre qui troverete il grande Museo Storico Nazionale con il mosaico frontale intitolato Gli Albanesi.
Poi imboccando Bulevardi Deshmoret e Kombit, vi troverete di fronte il Municipio e il Ministero degli Esteri in tipico stile fascista, entrambi fatti costruire da Mussolini.
Aggirando il Palazzo vicino al Municipio vi troverete “Bunk Art 2”, un’esposizione all’interno del bunker in memoria delle vittime del regime comunista; accanto si trova una torre con in cima la sirena che avvisava i cittadini quando nascondersi.
bunker Art 2 Tirana Moschea Et’hem Bey

Valona e dintorni

Se durante le vostre vacanze in Albania volete raggiungere questa località da Tirana, calcolate un paio di ore.
La strada alterna una a due corsie, quindi in alcuni tratti è più scorrevole di altri.
Una volta arrivati a Valona troverete di fronte a voi una città marittima con grandi palazzi, alberghi, hotel e ristoranti, un lungo mare pedonale e la spiaggia pubblica.
Appena fuori dal caos cittadino, rimanendo sulla costa, incontrerete numerose piccole calette e sulla scogliera case private, pensioni familiari e b&b.
Nell’interno, invece, piena campagna, stradine non asfaltate e terreni coltivati.
A pochi km da Valona, in direzione nord, verso la Laguna di Narta, dopo aver attraversato una foresta di pini si trova Zvernec.
Visitate questa piccola isola disabitata e collegata alla terra ferma da un ponte di legno; vi consiglio di arrivare all’ora del tramonto quando i colori sono più caldi ed intensi ed il frinire delle cicale vi stordirà.
Fate prima un giro nel bellissimo monastero e nella Chiesa di Santa Maria risalenti al XIV° e poi addentratevi per i sentierini che si affacciano sulla laguna.
isola di Zvernec escursione da Valona

Da Valona a Dhermi

Se deciderete di proseguire e continuare la vostra visita in Albania, da Valona imboccata la strada che scende verso sud.
Inizialmente vi troverete il mare sulla destra, poi pian piano si sale su per le montagne, troverete diversi camping dove la gente del posto viene a trascorrere le vacanze, incontrerete venditori di miele ben disposti a farvi conoscere le loro specialità e greggi di pecore che pascolano nelle verdi vallate.
Il panorama dall’alto è molto bello, e quando inizierete a scendere vedrete le spiagge e la costa sottostante.
Io mi sono fermata subito per tuffo nella piccola spiaggetta di Dhermi, nei pressi del Platinum hotel: l’acqua cristallina consente di vedere il fondale di sassi bianchi.
Poi in meno di 20 minuti ho raggiunto Jale, altra località marina, con una bella spiaggia di sassi e vari ristoranti che si affacciano sul litorale.
Peccato non avere altri giorni per proseguire nella parte meridionale del Paese, che dicono essere ancora più bella.

Ma chissà, magari presto tornerò in questo Paese per scoprire altri luoghi e scattare nuove fotografie.
vallata albanese strada panoramica dell'albania
spiagge a sud di Valona

partoforsetorno
Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.