LIFE STYLETRAVEL TIPS

Viaggiare con degli sconosciuti: vantaggi e svantaggi!

viaggiare_con_degli_sconosciuti.jpg

Mi piace viaggiare, e questo è ormai un dato di fatto: che sia per trovare me stessa, per vedere il mondo, oppure per mettermi in gioco la cosa importante è fare la valigia e partire!
Penso che ci sia tanto da vedere e non basti una vita sola, ma l’importante è farlo.
Ad oggi ho provato quasi tutte le tipologie di viaggio: in coppia, con le amiche, in villaggio turistico ( ci ho persino lavorato), in resort di lusso, su mezzi locali con zaino e sacco a pelo, in compagnia di amici e con gente mai vista fino al giorno prima!
Mi manca ancora l’esplorazione in solitaria e penso che a breve mi sperimenterò anche in quella!
Tuttavia quando mi appresto a viaggiare con degli sconosciuti mi viene posta la classica domanda “chi te lo fa fare di dover condividere bagno, letto e mezzi di trasporto con gente che magari si lamenta e rompe le scatole”?
salto sulle dune del Maranhao

Una sfida che ti fa crescere

Per qualcuno è davvero da pazzi girare il mondo con persone ignote, di qualunque età e sesso, eppure per me è un’esperienza di vita, una sorta di psicoterapia di gruppo dove mi piace mettermi in gioco, relazionarmi e conoscere i miei lati oscuri, che solo in certe circostanze emergono.
Certo viaggiare con un gruppo di sconosciuti ha i suoi vantaggi ma ovviamente anche alcuni svantaggi; ecco perché ho pensato di scrivere un articolo su questo argomento.
eseprienze di viaggio

Aspetti positivi di un viaggio di gruppo con ignoti

I vantaggi di viaggiare con dei perfetti sconosciuti sono parecchi, sia a livello pratico che teorico.
Eccone 4 !

  1. Si parte quando si vuole
    Il primo aspetto positivo di prenotare con agenzie specializzate in questa tipologia di viaggi ( Avventure nel Mondo, Kel 12, Vagabondo, Jonas) è riuscire a partire sempre senza dover aspettare amici,fidanzati o famiglie che magari non hanno il nostro stesso interesse.
  2. Si fanno nuove amicizie
    Scegliere di fare un viaggio con gente mai vista prima, consente di conoscere sempre persone nuove e molte volte da un’avventura intorno al mondo nascono amicizie indissolubili.
  3. Si condividono esperienze
    Non necessariamente chi decide di viaggiare con degli sconosciuti lo fa perché è solo, sfigato, single e nessuno lo vuole; ci sono anche coppie o amici che hanno voglia di condividere determinati viaggi con persone che probabilmente hanno i loro stessi interessi.
  4. È un po’ come prendere parte ad una terapia di gruppo
    Infine, partire con un gruppo di gente che non si conosce, significa aver voglia di mettersi in discussione, essere disposti a lasciare a casa il proprio “egoismo” quotidiano per condividere momenti belli e difficoltà con altre persona.

condividere esperienze in gruppo
Aspetti negativi

Ovviamente non ci sono solo aspetti positivi, anzi, viaggiare con degli sconosciuti ha anche i suoi svantaggi.

  1. Non si stringe amicizia con tutti
    Non sempre chi partecipa è adatto a questa tipologia di viaggi.
    Può capitare di incontrare persone che non sanno stare in gruppo, che si lamentano sempre, che pensano di comandare.
  2. Tante personalità differenti
    Ognuno ha il proprio carattere e di fronte alle difficoltà che si possono incontrare durante il tour ciascuno reagisce in modo personale. Se non si è accomodanti e tolleranti e tutti vogliono imporsi e il risultato è disastroso!
  3. È necessario mediare
    Chi viaggia da solo gestisce gli orari, decide dove mangiare, dove dormire, quanto fermarsi in un posto.
    Spostarsi con altre persone significa in qualche modo mediare e non sempre si può fare ciò che si desidera!

Viaggio di gruppo

7 Consigli per chi decide di viaggiare con sconosciuti

Ovviamente i miei sono suggerimenti del tutto personali, dettai dall’esperienza appresa in molti viaggi di questo tipo.
Ciò non significa che io sia il prototipo perfetto di viaggiatrice, anzi, mi accorgo che ogni volta che parto con gente che non conosco imparo qualcosa di nuovo di me stessa e soprattutto capisco che ogni tanto dovrei cambiare anche qualche atteggiamento.
viaggiare in gruppo
Detto ciò ritengo che chi ha intenzione di viaggiare con degli sconosciuti, prima di partire dovrebbe riflettere su alcune cose e farsi un po’ di autoanalisi.
Ecco i miei 7 consigli!

  1. È fondamentale cercare di mantenere la calma e portare rispetto agli altri; è normale avere delle discussioni ma alla fine cercate una soluzione e non trascinatevi inutili rancori.
  2. In un gruppo c’è sempre chi ci sta più simpatico e chi meno, è naturale! Bisognerebbe però evitare di cadere in atteggiamenti infantili in cui si sparla alle spalle.
  3. Condividere un viaggio significa anche dormire in camerate comuni ( da 2, 3, 4 o più persone) e non tutti hanno lo stesso concetto di ordine e pulizia. Lo si può far presente ma con gentilezza ed educazione.
  4. Se si innescano delle discussioni evitare insulti, parolacce e scontri che possono anche ricadere sul gruppo intero. Meglio mettersi da parte e parlare con i diretti interessati.
  5. Bisognerebbe dimenticare maleducazione e strafottenza; se qualcosa non piace o non va bene è giusto farlo presente ma con toni adatti.
  6. Ci sono situazioni in cui il gruppo è costretto a stare per forza insieme, cenare nel medesimo ristorante e condividere lo stesso mezzo. Quando però c’è la possibilità e si vuole fare una cosa diversa dalla maggioranza, nulla vieta di staccarsi per qualche ora: in questo modo ognuno farà ciò che preferisce senza il bisogno di andare per forza incontro all’altro.
  7. Imparare a chiedere scusa o a dire “mi dispiace” è indice di intelligenza, magari davanti ad una buona birra fresca che solitamente appiana tutti i dissapori!
partoforsetorno
Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.