AFRICA

Viaggio in Malawi: natura e gente meravigliosa

donne_lago_malawi.jpg

Uno dei Paesi più poveri al mondo in termini economici ma al tempo stesso uno Stato che lascerà a bocca aperta chi deciderà di visitarlo.
Un viaggio in Malawi arricchisce chiunque sia pronto ad aprire il proprio cuore ed i propri occhi.
Si incontrano di continuo i sorrisi della gente e ci si immerge in una natura varia caratterizzata da montagne, piantagioni di tè e parchi abitati da numerosi animali.

Il paesaggio che vi stupirà maggiormente però sarà l’immenso Lake Malawi!
Una vasta distesa di acqua cristallina, brulicante di pesci dai mille colori, che si originò milioni di anni fa in una depressione della Great Rift Valley.
cosa vedere e fare in Malawi

Organizzare un viaggio in Malawi

Potrete decidere di trascorrere un’intera vacanza in Malawi oppure, come nel mio caso, abbinare la visita di questo Paese a quella di altri Stati vicini, come Zambia e Mozambico.
Per l’ingresso è necessario il passaporto con almeno sei mesi di validità ed il visto del costo di 75$ che si prende all’arrivo.
Se arrivate dallo Zambia o da altri Stati Africani ricordate di avere con voi il libretto della vaccinazione per la febbre gialla.
Inoltre, chi entrerà in contatto con le acque di questo lago, deve sapere che dovrà fare una cura per debellare l’eventuale Schistosomiasi causata da un parassita che vive in questi luoghi.
Tuttavia per informazioni di carattere sanitario vi consiglio di consultare sempre il sito di viaggiare sicuri.
Per chi sceglie di arrivare in aereo gli aeroporti internazionali di riferimento sono due.
Uno si trova nella capitale Lilongwe e l’altro a Blantyre, serviti dalle compagnie Ethiopian Airlines e Suth African Airways.

Per spostarvi all’interno del Malawi potrete usare auto a nolo, bus privati o mezzi pubblici; questi ultimi però sono adatti ai viaggiatori più avventurosi e che non hanno fretta.
Infine è necessario decidere la tipologia di alloggio: camp-site con la propria tenda o lodge?
Io nello specifico per le mie tappe del viaggio in Malawi ho alternato alcune notti in campeggio ed altre in strutture, a seconda della zona.
La stagione migliore per visitare il Paese va da maggio a settembre, quando il clima è secco, le temperature più fresche e la vegetazione lussureggiante.
Andrebbero, invece, evitati i mesi da dicembre a marzo a causa delle piogge e delle elevate temperature.

popolazione del Malawi

Cosa vedere e fare

Dopo aver prenotato il volo dovrete individuare le tappe del vostro viaggio in Malawi; considerate che il Paese è grande 1/3 dell’Italia e che quasi 1/5 è occupato dal lago.
Io, arrivando dal South Luangwa N.P in Zambia, ho deciso di visitare la parte centro-sud del Paese per poi proseguire verso il Mozambico.
Sono rimasta in tutto 6 notti e le cose che a mio parere vale la pena non perdere sono quelle che vi descriverò di seguito.
vita sul lago Malawi

Cape Maclear e Mumbo Island sul Lago Malawi

Un vero viaggio nel viaggio è quello a bordo del traghetto Ilala che trasporta merci e persone su e giù per il lago una volta alla settimana impiegando 3 giorni di navigazione ( chi fosse interessato può trovare orari e informazioni più dettagliate sul sito del turismo).
Io personalmente non l’ho fatto per questioni di tempo ma chi ha vissuto questa esperienza sostiene sia stata spettacolare, sebbene a tratti dura e faticosa.rive del Lake Malawi
Tuttavia durante il mio viaggio in Malawi ho effettuato una tappa sul lago e ho deciso di soggiornare nel piccolo villaggio di Cape Maclear.
Si tratta di una località molto tranquilla ed accogliente a sud del lago; i panorami sono idilliaci e rilassanti, i tramonti suggestivi ed è un ottimo punto di partenza per la visita di Mumbo Island.
Vi consiglio però di svegliarvi all’alba e andare a camminare sulla spiaggia; a quell’ora del mattino con una luce ancora tenue vedrete la popolazione dei villaggi riversarsi lungo le rive.
Donne intente a lavare stoviglie e panni, bambini che giocano trasformando una ciotola in cappello, ragazzi che rientrano con le barche dopo aver pescato e uomini più anziani che ritirano le reti.
Si assiste alla vita che scorre e che principalmente si svolge qui, a pochi passi dalle piccole capanne prive di elettricità e di servizi essenziali.
divertirsi con poco

In mattinata poi fatevi accompagnare a Mumbo Island, una piccola isola deserta ricoperta dalla giungla caratterizzata da giganteschi massi tondi e bagnata da acque turchesi piene di pesci.
Dedicate la vostra giornata al relax, tra bagni e snorkeling e rientrate prima che cali il sole per godervi un meraviglioso tramonto animato da gruppi di bambini che suonano e ballano.

Piantagioni di tè

Durante il mio viaggio in Malawi non avrei mai immaginato di poter vedere colline ondulate disseminate di piantagioni di tè.
La zona  delle Shire Highlands, invece, a sud e a est di Blantyre offre il clima perfetto per la coltivazione di queste piante ed assomiglia molto a quelle che si trovano in Sri Lanka.
Percorrendo la strada che collega Limbe al Mulanje potrete ammirare numerosi campi di un colore verde brillante ed incontrare uomini e donne con ceste sulla schiena colme di foglie appena raccolte.
Se volete degustare e vedere una fabbrica vi consiglio di prenotare e programmare una visita alla Satemwa Tea Estate sicuramente una delle migliori.
Shire Highlands cosa vedere in Malawi

Riserva del Mulanje

Percorrendo un tratto sterrato e polveroso, si raggiunge un massiccio montuoso con diverse cime che superano i 2500 metri di altezza: la Riserva del Mulanje.
Un’altra bella tappa del mio viaggio in Malawi, dove gli sportivi si possono cimentare in trekking impegnativi per raggiungere le vette più alte.
Chi, invece, è meno allenato può visitare con una passeggiata di alcune ore  le pendici del massiccio camminando tra sentieri e foreste che conducono a delle belle cascate.
Monte Mulanje

Vi suggerisco di non intraprendere da soli le escursioni ma di rivolgervi alle guide del Likhubula Forest Office.
Queste persone conoscono i territori e nel caso di trekking di più giorni possono procurare  dei portatori che vi aiuteranno con i bagagli e tutto il necessario.
Infine, se volete visitare un mercato locale, vi consiglio di raggiungere a piedi quello che si trova sulla strada ad ovest della Riserva.
Lungo il tragitto incontrerete uomini, donne e bambini a bordo di biciclette sgangherate o semplicemente che si spostano sulle proprie gambe.
Ogni giorno percorrono diversi km per andare a comprare o a vendere cibo, utensili vari e tessuti: un vero spaccato di vita Africana.
mercato africano

Liwonde National Park

Sebbene i safari di un viaggio in Malawi non siano paragonabili a quelli per esempio dello Zambia o del Botswana, anche in questo Stato è possibile avvistare grandi e piccoli animali.
Il Liwonde National Park è rinomato per i rilassanti safari boat a bordo di piccole barche che risalgono lo Shire River.
Stando comodamente seduti si vedono moltissimi elefanti, ippopotami, bufali e coccodrilli che vivono in un habitat vario, dove foreste alluvionali si alterano a zone aride e a palmeti.
animali in Malawi safari in Malawi

Inoltre gli amanti del birdwatching potranno facilmente scorgere più di 400 tipi di volatili, tra cui il gufo pescatore, i cormorani, i pellicani e gli aironi.
Sconsiglio, invece, i game drive a bordo di jeep perché gli avvistamenti sono rarissimi e rischiereste di annoiarvi.
Piuttosto se avete qualche ora libera rilassatevi sulla terrazza del Liwonde safari camp;  l’affaccio sulla savana vi metterà in pace con il mondo e da qui potrete anche godere di un bellissimo tramonto.
Questo camp site è molto semplice ma allo stesso tempo affascinante, offre la possibilità di montare la propria tenda o affittare alloggi di diverso tipo.

Baoab in Malawi

Quel qualcosa in più…

Dal momento che il Malawi è un Paese molto povero, se avete voglia di dare un piccolo aiuto, qualunque cosa è ben accetta.
Io nello specifico sono stata in una scuola a Cape Mclear; insieme ai miei compagni di viaggio abbiamo regalato alla direttrice penne, quaderni e materiale scolastico.
Inutile regalare cose in giro per strada, meglio sempre portarle ad istituti specifici perché in questo modo verranno divisi in base alle necessità.
donazioni in Malawi
Alla fine del viaggio in Malawi, poi, essendo avanzato parecchio cibo che non potevamo portare in Mozambico, lo abbiamo donato ad una piccola comunità.
Difficile descrivere i sorrisi e la felicità di fronte a questi piccoli gesti che sicuramente non cambiano il mondo, ma possono aiutare almeno per qualche giorno le persone.

Se volete vedere qualche immagine in più vi invito a visitare la mia pagina facebook dove troverete diversi scatti di questo e di molti altri viaggi…

 

 

 

 

 

partoforsetorno
Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.