ASIA

Organizzare un viaggio in Nepal: informazioni e consigli utili

organizzare_un_viaggio_in_Nepal.jpg

Una terra considerata, insieme al Tibet, il tetto del mondo; un luogo famoso per i trekking ma anche per la sua popolazione, le città storiche, i templi dorati e i numerosi villaggi rurali.
Cosa bisogna sapere però prima di organizzare un viaggio in Nepal? Quanti giorni servono per visitare questo Paese? Quali documenti, vaccini e cose utili è importante conoscere?
In questo articolo, dopo la mia recente esperienza nella terra dei sorrisi e dei Namasté, ho pensato di darvi tutte le informazioni necessarie e qualche suggerimento che vi consentiranno di vivere un’esperienza indimenticabile.

preghiere buddiste nepalesi

Qual è il periodo migliore?

La prima cosa da individuare prima di organizzare un viaggio in Nepal è il periodo!
Da maggio a fine settembre c’è la stagione dei monsoni che colpiscono soprattutto a luglio e agosto.
Quindi se non volete rischiare acquazzoni, umidità e sanguisughe meglio evitare.
Da novembre a fine aprile, invece, il cielo è sempre terso, limpido ed è il momento ideale per visitare il Paese.
Infine, chi intende dedicarsi ai trekking dovrebbe scegliere i mesi da settembre a novembre e da marzo a maggio.
Le temperature variano parecchio: sulle cime Himalayane e nelle zone al di sopra dei 3000 metri si va da parecchi gradi sotto lo 0° di minima, fino ai 25° di massima.
Nella valle e a sud del Paese, invece, il termometro varia tra gli 8° e 27° e solo nei mesi di dicembre e gennaio le minime si abbassano intorno agli 0°.
mappa Nepal

Quali sono i possibili itinerari durante un viaggio in Nepal?

Dovete sapere che il Nepal è un Paese molto vario e i viaggiatori hanno la possibilità di scegliere tra diversi itinerari a seconda delle proprie inclinazioni.
Se siete appassionati di montagna, avete una preparazione fisica adeguata e le scomodità non vi spaventano potete partecipare alle spedizioni che raggiungono le alte vitte.
Solitamente vengono proposti due percorsi: uno per raggiungere il Campo base dell’Everest a 5364 m. di altitudine oppure in alternativa si può fare il circuito dell’Annapurna che arriva a toccare vette di 5416 m. .

Se l’alta montagna non fa per voi non preoccupatevi perché la maggior parte delle persone, me compresa, decidono di fare un viaggio in Nepal per scoprire molte altre bellezze.
Se avete a disposizione solo una settimana di vacanza vi suggerisco di visitare la Valle di Kathmandu con le sue bellissime città, i templi e i piccoli villaggi sugli altopiani.
Mentre per chi può trascorrere almeno 16 giorni in questo Paese, consiglio un itinerario che combina la Valle di Katmandhu, il bellissimo Chitwan National Park, dove si possono avvistare tigri e gaviali, e le montagne di Pokhara e Sarangkot.

camion in Nepal

Quali documenti, visti e vaccini servono?

Per un viaggio in Nepal occorre il passaporto con una validità residua non inferiore a sei mesi.
Il visto si può prendere sia online sia al vostro arrivo; in questo caso serve una foto tessera, il form  che si scarica dal sito e il tagliando che troverete sui banchi dell’aeroporto.
Il costo per il visto valido fino a 15 giorni è di 23 € o 25 $ e io vi suggerisco di farlo direttamente in loco, non si fanno particolari code e il personale è veloce.
Per quanto concerne le vaccinazioni consiglio sempre di rivolgersi agli ambulatori di medicina del viaggiatore.
Posso comunque confermare che in questo Paese non ci sono particolari problemi sanitari e servono solo le solite accortezze: bere acqua in bottiglie sigillate, evitare la verdura cruda e la frutta non sbucciata.
Antitifica, antiepatite e antitetanica, ovviamente, possono essere sempre utili.

monastero buddhista

Cosa è necessario prenotare?

Che viaggiatori siete? Non amate programmare nulla e amate decidere di giorno in giorno dove andare? Preferite preventivamente riservare strutture e mezzi?
Un viaggio in Nepal in realtà consente di fare entrambe le cose!
Ovviamente se optate per i trekking dovrete contattare agenzie specializzate che vi forniranno accompagnatori esperti.
La prima cosa da fare, in ogni caso, è prenotare il volo aereo: non ci sono compagnie che dall’Italia arrivano direttamente a Kathmandu, ma è necessario fare almeno uno scalo.
Le migliori sono Turkish con scalo ad Istanbul e Qatar con scalo a Doha.

Per quanto riguarda gli alloggi ce ne sono di tutte le tipologie, dai semplici ostelli ai più accoglienti hotel dotati di molti comfort soprattutto a Kathmandu.
Fuori dalla capitale le strutture invece sono pulite ma basiche e chi volesse fare un’esperienza particolare può decidere di soggiornare presso le case dei nepalesi con il progetto homestay.
Infine suggerisco di trascorrere almeno una notte all’interno di un monastero buddista dove potrete respirare serenità e gioia.



Booking.com

 

Come spostarsi

Escludete l’idea di affittare un auto: il traffico per le strade della Valle di Kathmandu è allucinante, non si rispetta alcun codice automobilistico e rischiereste continui incidenti.
Se volete spostarvi più velocemente e comodamente potete noleggiare pulmini o auto con guidatore per escursioni giornaliere o per tutta la durata del vostro viaggio in Nepal.
In alternativa ci sono bus locali che però sono carichi di gente, fanno molte fermate e pertanto anche i brevi trasferimenti diventano eterni.
volo panoramico in Nepal

Letture

Prima di partire per un viaggio, solitamente, mi piace ricercare romanzi o libri ambientati nei luoghi che visiterò.
A chi sta per partire per un viaggio in Nepal, ma anche a coloro che semplicemente vogliono immergersi con la fantasia in questi luoghi magici, consiglio 4 libri.

    • Autostop per l’Himalaya di Vikram Seth è il diario di una ricerca di sé attraverso l’incontro con l’altro, la testimonianza di un mondo millenario in cui il buddhismo è costretto a convivere con i maoisti.
    • Una birra a Kathmandu di Massimo Rossi è un reportage di un viaggio in Nepal, nella Valle di Kathmandu fino alla dorsale nord-ovest dell’Himalaya. Leggendolo vi sembrerà di essere già in questo Paese!
    • Sette fiori di Senape di Conor Grennan un romanzo che racconto la storia di un ragazzo che decide di fare volontariato in un orfanotrofio nepalese.
    • Senza mai arrivare in cima di Paolo Cognetti un libro che fa riflettere sul senso di andare in montagna senza necessariamente arrivare in cima. Un taccuino di viaggio ambientato a Kathmandu e sulle montagne himalayane.

Ovviamente poi ho consultato la ben fatta guida “Nepal” della Lonely Planet.


sorrisi nepalesi

Consigli

E per finire vorrei suggerirvi alcune cose che secondo me vi faranno assaporare appieno un viaggio in questo Paese.

  • Se volete conoscere il Nepal con occhi diversi prendete una guida almeno per qualche giorno.
    E’ un valore aggiunto ed oltre ad accompagnarvi negli angoli più nascosti potrà raccontarvi storie e aneddoti che non si trovano nei libri.
  • Quando visitate i monasteri e i templi prendetevi tutto il tempo per restare ad osservare la spiritualità dei nepalesi. Assistete alle cerimonie buddiste, spiate la vita quotidiana dei monaci, chiudete gli occhi ascoltando i loro mantra.
  • È poca cosa, ma se volete portare degli aiuti alle Associazioni che si occupano di bambini e persone in difficoltà saranno ben accetti.
    Io sono stata felice di sostenere la Casa delle donne vittime di Violenza gestita da Apeiron Onlus  a cui ho donato parecchio abbigliamento femminile portato dall’Italia.L’esperienza che mi ha toccato maggiormente è stata la visita alla Casa famiglia/scuola fondata da Tashi Lama.
    Qui vengono accolti bambini di ogni età profughi del Tibet con l’intento di garantire il sostentamento e l’istruzione dei piccoli e la conservazione della cultura tibetana.
    Potete lasciare vestiti per bambini dagli 0 ai 16 anni o fare donazioni in denaro.
    Conoscere questo Lama, tutti i bimbi che vivono qui e questa realtà è stato commovente ed emozionante, perché ciò che emergeva era tanta pace e serenità.

E se volete scoprire cosa vedere nella Valle di Kathmandu ecco qui un articolo che può esservi utile…Namastè!

 

 

 

 

 

 

partoforsetorno
Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.